1 Installazione

Appoggiare il Bio Basket sul piano di fuoco, sopra la griglia di aerazione, con la parte inclinata (il bordo più basso) verso l’esterno del focolare. Posizionare il Bio Basket il più indietro possibile ma in una posizione che renda comunque semplici le fasi di accensione rabbocco.

Metodo III

Consigliato per una combustione costante e regolare. Caricare tutti gli scomparti del Bio Basket  per intero ed incendiare la biomassa dall’alto in uno solo di essi. La fiamma, in questo caso, si sposterà nello scomparto adiacente quando la biomassa contenuta nel primo avrà raggiunto un livello di circa la metà.

4 Rabbocco

Indossare un guanto ignifugo. Come per il carico iniziale, rabboccare utilizzando una sassola. Il rabbocco è possibile fintanto che nel Bio Basket è presente sufficiente brace. Si consiglia di rabboccare quando il livello della biomassa in uno degli scomparti è di circa un terzo.

Il Bio Basket è un cestello in acciaio che può essere inserito in impianti (camini, termocamini, stufe, camini di tipo aperto, ecc.) sia a legna che a carbone. Il suo design è stato studiato per ottimizzare la circolazione dell’aria e quindi la combustione del pellet, nonché il confort per le famiglie. Il Bio Basket deve essere semplicemente alloggiato sul piano di fuoco, non è necessaria alcuna modifica del focolare esistente o della camera di combustione del termocamino.

Metodo II

Posizionare i cubetti accendifuoco sotto il Bio Basket . Riempire gli scomparti solo per metà. Incendiare i cubetti. Quando la biomassa brucia con fiamma viva, rabboccare per intero.

Parametri di sicurezza

La potenza massima è calcolata prendendo in considerazione il rapporto potere calorifico/volume della legna. Nel caso del pellet questo valore è molto più elevato (a parità di volume il pellet ha molta più energia della legna). DI conseguenza, per non danneggiare la stufa od il termocamino, nonché lo stesso Bio Basket, bisogna fare attenzione a non scegliere un modello sovradimensionato.

Attenzione

Il Potere calorifico delle biomasse legnose è soggetto a variazioni a seconda dell’umidità in esse contenuta, per tanto i dati citati per tali combustibili sono indicativi.

Il Massimo carico del Bio Basket dipende soprattutto dal peso specifico del tipo di combustibile utilizzato.

Durata e consumo

In una stufa od un termocamino, fino a 2,5  kg/h di pellet consumato. Il consumo varia in funzione della circolazione di aria e del tipo di pellet utilizzato.

La durata del Bio Basket dipende certamente dalla frequenza d’uso del prodotto. La vita, per un uso normale del prodotto è stimata in diverse stagioni, dato lo spessore della lamiera.


2 Caricamento

Riempire il Bio Basket  quando si trova già alloggiato nella camera di combustione. Per questa operazione sarà necessario utilizzare una sassola con un manico sufficientemente lungo.

Fasi operative

3 Accensione.

Metodo I

Riempire tutti gli scompartimenti del Bio Basket  in maniera eguale, posizionare dei cubetti accendifuoco (es. “diavolina”) sopra la biomassa (Pellet, Bricchette, Sansa, Cippato, Gusci di mandorle e simili) ed affondarli leggermente fino a formare una superficie piana. Incendiare i cubetti accendifuco.

Combustione della biomassa e durata

La durata di ogni carico varia in funzione della circolazione di aria e del tipo di biomassa utilizzata. Con un’attenta regolazione dell’impianto, si possono raggiungere consumi veramente economici e soddisfacenti per la famiglia. La biomassa, incendiata dalla parte superiore, brucia con fiamma viva fino al raggiungimento di circa un terzo del carico iniziale. Successivamente, la biomassa inizia a bruciare come brace..La scelta del modello dipende dalle dimensioni del piano di fuoco. Pertanto, la superficie del piano di fuoco deve essere almeno doppia rispetto alla superficie occupata dal Bio Basket